sabato 31 dicembre 2016

Quando arriva diceeeeembre... [cit.]

E' strano come alcune cose riescano ad evocare ricordi così vividi... ricordi che in realtà non immaginavi di avere, che fino ad un momento prima pensavi sepolti.
La Mazzurchina alla radio, una bella giornata di sole in pieno inverno e sono subito catapultata nella veranda, con il camico acceso e te che traffichi con il fornelletto a gas dove c'è il brodo per la pearà ed i tortellini; Ti giri verso di me e mi chiedi se voglio ballare con te, sui tuoi piedi e mi guardi con quegli occhi che solo tu (e pochissimi altri) riesci ad avere, quell'amore incondizionato verso di me.. E sono subito felice di passare ancora qualche secondo con te.

In un sogno ad occhi aperti.
In mezzo alla strada.

Mentre la vicina mi chiede se è successo qualcosa e l'unica cosa che posso fare è dire grazie per la mazurca e per quell'attimo, fugace, di felicità.

Perchè subito dopo mi accorgo che in realtà non ci sei più e che mi manchi da morire.


Ciao Nonno
Buon 2017

Nessun commento:

Posta un commento